L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

RILANCIO BAGNOLI

Programma di bonifica ambientale e rigenerazione urbana

L'ammontare complessivo dei premi è 325mila euro

Il concorso internazionale di idee

Il concorso internazionale di idee per Bagnoli è stato lanciato per disegnare il nuovo paesaggio dell’ex area industriale di Napoli, che ha un’estensione di 250 ettari, per trasformarla in uno dei più grandi e affascinanti parchi urbani su scala internazionale.

La call è stata bandita da Invitalia, nel ruolo di soggetto attuatore del programma di rilancio di Bagnoli.

La prima fase del concorso si è conclusa il 7 gennaio 2020 con 36 candidature presentate da 160 grandi studi di architettura, 40 dei quali internazionali, specializzati nella progettazione di parchi urbani e di waterfront.

Alla seconda fase del concorso hanno avuto accesso le 20 migliori candidature selezionate sulla base delle esperienze accumulate nella realizzazione di progetti con analoghe caratteristiche.

La seconda fase si è conclusa il 4 agosto 2020 con l’invio dei progetti che saranno valutati da una commissione composta da esperti indicati da Regione, Comune, MIBACT/Soprintendenza, Invitalia e Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori di Napoli e Provincia.

L’ammontare complessivo dei premi è di 325.000 euro, così suddiviso: al 1° classificato 150.000 euro, al 2° classificato 100.000 euro, al 3° classificato 75.000 euro.

Invitalia si riserva la possibilità di affidare al 1° classificato l’incarico per la realizzazione dei successivi livelli di progettazione, che hanno un importo stimato pari a circa 4.000.000 di euro.

L’obiettivo è valorizzare le proposte originali per la realizzazione di un disegno unitario della nuova Bagnoli, il cui cuore pulsante sarà il grande parco urbano connesso alla spiaggia pubblica e al mare. L’ex zona industriale dovrà essere inquadrata in un’ottica di continuità territoriale tra l’area già urbanizzata (i quartieri Bagnoli e Cavalleggeri, la Collina di Posillipo, l’area archeologica di Posillipo, ecc.) e il futuro insediamento.

Bisognerà porre particolare attenzione al tema dell’accessibilità e delle connessioni all’interno e all’esterno dell’area. Le idee progettuali dovranno garantire la massima integrazione tra le nuove funzioni (residenze, aree verdi, attività ricettive, commerciali, infrastrutture, ecc.) e i manufatti di archeologia industriale.

Le proposte dovranno inoltre assicurare la realizzazione della Smart City Bagnoli che integri sistemi, tecnologie e infrastrutture per puntare alla massima sostenibilità ambientale, economica e sociale di tutti gli interventi sia in fase di realizzazione che di gestione.