Digitalizzazione delle procedure amministrative

L’obiettivo è evitare il cumulo dei benefici o il superamento del massimale
 

Registro Nazionale degli Aiuti

Il nuovo Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA), premiato a ForumPA tra i migliori progetti utili a raggiungere gli obiettivi dell’Agenda2030, è la risposta italiana alle nuove disposizioni comunitarie per il controllo e la trasparenza degli aiuti di Stato.

Si tratta di un’importante azione di sistema, cofinanziata con oltre 17 milioni di euro dal PON Governance e Capacità Istituzionale per il periodo 2016-23, con l’obiettivo di evitare il cumulo dei benefici o, nel caso degli aiuti de minimis, il superamento del massimale di aiuto concedibile imposto dall’Unione Europea.

Il Registro è progettato per consentire ai titolari e gestori di misure di aiuto di effettuare i controlli amministrativi nella fase di concessione attraverso il rilascio di specifiche “visure”.

Dall’entrata in funzione, il 12 agosto 2017, ciascun provvedimento che dispone la concessione di aiuti a favore di un’impresa, per avere efficacia dovrà riportare i codici identificativi rilasciati dal Registro.

 

Il ruolo di Invitalia

Invitalia ha realizzato l’iniziativa per conto del Ministero dello Sviluppo economico (Direzione generale per gli incentivi alle imprese), presso cui il Registro è istituito, e lo affianca sin dalla fase di progettazione dello strumento e di pubblicazione della prima versione, on line dal 2016.

L’Agenzia contribuisce al percorso di miglioramento della capacità amministrativa a partire dalla pubblicità dei dati. In particolare, attraverso il Registro sono state sistematizzate e rese pubbliche informazioni relative ad aiuti e agevolazioni ora consultabili senza restrizioni, con nuovi servizi a disposizione di imprese e PA.

I vantaggi

Attraverso il Registro Nazionale degli Aiuti, le amministrazioni che gestiscono le agevolazioni assolveranno contestualmente gli obblighi della trasparenza in conformità alle previsioni comunitarie e potranno eseguire i controlli amministrativi con modalità automatiche, grazie alle funzionalità di interoperabilità messe a disposizione dal Registro a favore dei sistemi informativi degli enti gestori.

Il Registro consente il rilascio del CUP e la visura degli aiuti ricevuti dall’impresa unica e garantisce l'accesso pubblico alle informazioni senza restrizioni né necessità di identificazione e autenticazione.

È uno strumento in grado di semplificare il rapporto tra imprese e PA, con un passaggio di prospettiva dalla autocertificazione al controllo di ufficio, che potrà essere effettuato online e in tempo reale.


Per saperne di più

Normativa

  • Regolamento 31 maggio 2017 - n. 115 (GU del 28 luglio 2017)
  • Provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese 28 luglio 2017