INVITALIA PER IL PNRR

Tutte le attività di Invitalia per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Valorizziamo il sistema della ricerca e dell'innovazione
 

Istruzione e ricerca

 

La Missione 4 del PNRR mira a rafforzare le condizioni per lo sviluppo di una economia ad alta intensità di conoscenza, di competitività e di resilienza, ed è articolata in due componenti:

  • “Potenziamento dell’offerta dei servizi di istruzione: dagli asili nido all’Università”: che mira a realizzare gli investimenti materiali ed immateriali necessari a colmare o a ridurre in misura significativa in tutti i gradi di istruzione le carenze strutturali: punta al rafforzamento dell’offerta formativa, anche sulla base del miglioramento delle competenze del corpo docente, a partire dal sistema di reclutamento e dai meccanismi di formazione in servizio di tutto il personale scolastico e persegue l’obiettivo di rafforzare le infrastrutture e gli strumenti tecnologici a disposizione della didattica, nonché a sostenere e ad ampliare i dottorati di ricerca
  • “Dalla ricerca all’impresa”: che punta ad innalzare il potenziale di crescita del sistema economico, favorendo la transizione verso un modello di sviluppo fondato sulla conoscenza, conferendo carattere di resilienza e sostenibilità alla crescita, con un significativo aumento del volume della spesa in R&S e un più efficace livello di collaborazione tra la ricerca pubblica e il mondo imprenditoriale.

Invitalia contribuisce attivamente all’attuazione del PNRR a fianco del Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR), agendo sul fronte della valorizzazione e valutazione di tutte quelle misure (Ecosistemi dell’Innovazione, Infrastrutture di Innovazione e Infrastrutture di Ricerca) che, rinforzando la “connettività”, sostengono il potenziamento del tessuto della ricerca, economico e sociale del Paese.

L'Agenzia collabora con il MUR per la realizzazione delle seguenti misure:

 

Accordi per l'innovazione

La controllata di Invitalia, Mediocredito Centrale, è mandataria della RTI che gestisce il Fondo Crescita Sostenibile (FCS), prioritariamente per gli interventi per ricerca e sviluppo.

Attraverso il Fondo vengono finanziati gli Accordi per l'innovazione: si tratta in particolare di 2 bandi sui quali, nell’ambito della Missione “Istruzione e ricerca” del PNRR, il Piano nazionale per gli investimenti complementari ha stanziato 1 miliardo di euro.

Il primo bando, con uno stanziamento di 500 mln, è stato aperto l’11 maggio 2022 e chiuso lo stesso giorno per esaurimento delle risorse disponibili. Sono stati presentati 340 progetti per un totale di 3,6 mld di investimenti presentati.

Il secondo bando sarà aperto entro la fine del 2022.