RILANCIAMO LE AREE DI CRISI INDUSTRIALE - Distretto Fermano-Maceratese

Sono disponibili in tutto circa 30 milioni di euro
 

Il Progetto di Riconversione e Riqualificazione del Distretto Fermano-Maceratese

Il Distretto Pelli-Calzature del Fermano-Maceratese è stato riconosciuto area di crisi industriale complessa per le problematiche legate alla grave crisi che ha colpito il comparto.

L’Area di crisi comprende 42 Comuni (DM 12 dicembre 2018) ricadenti nei Sistemi locali del lavoro di Civitanova Marche, Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio e i Comuni di Corridonia e Tolentino.

Con l’Accordo di Programma del 22 luglio 2020, Ministero dello Sviluppo economico (DGPICPMI e DGIAI), Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Regione Marche, Provincia di Fermo, Provincia di Macerata e Invitalia si sono impegnati ad attuare il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale (PRRI) dell’area.

L’Accordo prevede l’impiego di risorse pubbliche per circa 30 milioni di euro.

Il Progetto, elaborato e coordinato da Invitalia, ha la finalità di:

  • rafforzare il tessuto produttivo esistente
  • attrarre nuovi investimenti
  • sostenere il reimpiego dei lavoratori espulsi dal mercato del lavoro

ed individua un’offerta localizzativa composta da:

Nell'ambito delle attività previste dal Progetto è stato emanato, con Circolare direttoriale n. 3085 del 31.08.2020, l’Avviso Legge 181/89 per l’area di crisi del “Distretto delle pelli-calzature Fermano-Maceratese”, con una dotazione finanziaria di 15 milioni di euro.

L’Avviso è stato chiuso alle ore 12:00 del 13 marzo 2021.

Report delle domande presentate

Consulta la graduatoria di ammissione (ultimo aggiornamento ottobre 2021)