L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie E Comunicati Stampa

Archivio Notizie

Nasce la newco Ceramica Dolomite, investiti 7 milioni di euro

Ideal Standard, Fondo Salvaguardia sostiene il piano di rilancio

2022-09-23

Il Ministero dello sviluppo economico, tramite il Fondo Salvaguardia Imprese gestito da Invitalia, si è fatto parte attiva per sostenere il piano di rilancio del sito produttivo e dei lavoratori della Ideal Standard Industriale S.r.l. , azienda da anni impegnata nel settore della fabbricazione di articoli sanitari in ceramica.

Nella giornata odierna è stato infatti formalizzato il closing dell’operazione che ha dato vita ad una Newco denominata Ceramica Dolomite SpA, partecipata dalla Delfin di Del Vecchio, dalla holding della famiglia Rossi Luciani, dalla Zafin (della famiglia Zago, fondatore del gruppo Progest), e da Banca Finint: le quattro componenti hanno versato complessivamente 8 milioni (per una quota complessiva pari al 53,33%), cioè due milioni di euro per ciascun socio. A ciò si affianca il Fondo Salvaguardia Imprese e lavoratori gestito da Invitalia per conto del Mise, che partecipa con un capitale di sette milioni di euro (cioè una quota pari al 46,67%). Un investimento complessivo pari a 15 milioni di euro per rilanciare un’azienda gloriosa e salvaguardare completamente i posti di lavoro.

L’operazione prevede l’acquisizione da parte della NewCo Progetto C.D. S.r.l. del ramo d'azienda relativo allo stabilimento industriale di proprietà di Ideal standard industriale S.r.l. (ISI) sito in Borgo Valbelluna, Trichiana (BL) nonché altri asset direttamente o indirettamente relativi allo stabilimento. L’operazione prevede un apporto totale pari a 15 milioni di euro interamente versato a titolo di incremento di equity.

L’operazione prevede inoltre la salvaguardia occupazionale di più di 400 dipendenti anche tramite l’utilizzo di un contratto di espansione che prevede l’assunzione di ulteriori 60 dipendenti.

Ideal standard industriale S.r.l. rappresenta una realtà industriale (che vede le sue origini all’inizio del ‘900) leader sul mercato internazionale dei prodotti ceramici sanitari e di arredo per il bagno. L’attività produttiva è interamente svolta nello stabilimento di Trichiana (Bl) e riguarda prodotti ceramici sanitari come lavabi, piatti doccia e water a marchio Ideal Standard ed a marchio Ceramica Dolomite.

Negli anni, caratterizzati da grande crescita e processi di ristrutturazione, in Italia resistono gli stabilimenti di Trichiana, per la produzione, Bassano Bresciano, per il polo logistico e Milano per il polo commerciale. Il gruppo diventa di proprietà delle società di investimento di private equity Anchorage Capital Group e CVC Credit Partners e a seguito di un’ulteriore ristrutturazione, Anchorage Capital ne diventa comproprietario insieme a Bain Capital.

La dimensione del mercato globale dei sanitari in ceramica è pari a circa 35 miliardi di euro nel 2020 e si prevede che raggiungerà un valore di circa 75 miliardi entro il 2030.  I principali player globali delle ceramiche sanitarie sono collocati principalmente tra l’Europa Occidentale, Medio Oriente ed Asia. Anche il mercato europeo delle ceramiche sanitarie è in crescita ed ha un valore stimato in 26 miliardi di euro nel 2020. Il mercato delle ceramiche sanitarie europeo è dominato da 5 paesi: UK, Francia, Italia, Spagna e Russia. Nel 2020 tali paesi possedevano una quota di mercato pari al 60%. Si prevede che in tale area si possa registrare un’ulteriore crescita nel periodo 2021-2030, arrivando ad un valore pari a 35 miliardi di euro nel 2030. Nonostante l'andamento complessivamente negativo del mercato occorso nel corso del 2020 causa Covid-19 e la correzione dei primi mesi del 2022 ascrivibile alle incertezze relative alla guerra in Ucraina, i principali player del mercato delle ceramiche sanitarie hanno evidenziato un trend costante e consistente di crescita nell’ultimo decennio.

Tornando all’operazione in cui il Fondo Salvaguardia del Mise rappresenta il socio singolo con l’impegno di maggiori risorse finanziarie, il Piano di ristrutturazione prevede di riportare lo Stabilimento all’originaria configurazione di player rilevante ed autonomo nel mercato di riferimento tramite il rilancio commerciale e produttivo del celebre marchio Dolomite nonché tramite la produzione conto terzi per altri players nazionali non dotati di impianti in grado di attuare il ciclo completo di produzione, sostituendo le attuali importazioni dalla Turchia e Cina (operando sostanzialmente un’azione di reshoring produttivo in favore del mercato italiano).

Con questa operazione d’investimento sulla newco Progetto C.D., che di fatto ha rilevato Ideal Standard, si conferma la validità di un metodo di intervento introdotto dal ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti per rilanciare la Corneliani di Mantova e che è stato poi applicato con successo anche per altre imprese.

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia
 
 

Questo sito o gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.