L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie E Comunicati Stampa

Archivio Notizie

Erano presenti Il ministro Patuanelli, l’Ad di Invitalia Arcuri, esponenti delle regioni interessate e di FCA
firma FCA
 

FCA, firmato al Mise l’Accordo di sviluppo

2019-12-06

E’ stato firmato al Mise l’Accordo con Fiat Chrysler Automobiles - FCA per il Contratto di sviluppo che prevede investimenti negli stabilimenti di Melfi (PZ) in Basilicata e di Orbassano e Mirafiori (TO) in Piemonte.

Erano presenti alla firma il ministro Stefano Patuanelli, l’Ad di Invitalia Domenico Arcuri ed esponenti di Fca e delle regioni interessate, tra cui il governatore lucano Vito Bardi.

L'investimento complessivo ammonta a 136,6 milioni di euro da mettere in circolo entro il 2022.

Di questi circa 100 saranno investiti soltanto a Melfi, per l'ampliamento delle capacità produttiva in vista del lancio della Jeep Compass in linea con il piano industriale di sviluppo del gruppo che prevede l’ibridizzazione progressiva dell’intera gamma di prodotti.

Per quanto riguarda le risorse a disposizione, dal Mise arriveranno circa 27 milioni di euro, dalla Regione Basilicata 2 milioni e dal Piemonte 1 milione e mezzo.

La proposta di Contratto di sviluppo presentata da FCA Melfi S.r.l. riguarda la realizzazione di un programma di sviluppo industriale nel settore automotive articolato in:

  • un progetto di investimento concernente l’ampliamento della capacità produttiva dello stabilimento di Melfi (PZ) in funzione della produzione dell’automobile Jeep Compass nella versione PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle)
  • un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale da realizzare, presso le sedi di Orbassano, Torino e Melfi, finalizzato allo studio di nuove soluzioni architetturali per la realizzazione di veicoli con propulsione puramente elettrica che nasce dall’esigenza di rispondere alle sfide ambientali e sociali legate alla mobilità.

Significativo anche l’impatto occupazionale connesso alla realizzazione degli investimenti, poichè è previsto, da un lato, il graduale reintegro del personale in temporaneo esubero (3.458 lavoratori) e, dall’altro, l’incremento di 100 nuovi addetti presso lo stabilimento di Melfi.

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia