L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie E Comunicati Stampa

Archivio Notizie

L’appalto dei servizi tecnici vale oltre 250 mila euro. Offerte entro il 28 aprile 2022

Archivio di Stato di Modena, online la gara per il restauro e il miglioramento sismico

2022-03-30

Recuperare, restaurare e assicurare il miglioramento sismico dell’Archivio di Stato di Modena, danneggiato dagli eventi sismici del 2012. È questo l’obiettivo della procedura di gara, pubblicata da Invitalia per conto del Ministero della Cultura, per affidare le attività di progettazione definitiva, esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e direzione operativa sulle strutture e sugli impianti.

L’appalto dei servizi tecnici, del valore di oltre 250 mila euro, è finalizzato all’esecuzione di opere per quasi 1,5 milione di euro.

Custode di un vasto e vario patrimonio caratterizzato da volumi, registri, pergamene, sigilli, monete e medaglie, questo complesso rappresenta la memoria del capoluogo emiliano.

Le opere che dovranno essere eseguite riguardano:

  • la realizzazione delle fondazioni per nuovi muri trasversali;
  • la realizzazione di muri di controvento in mattoni al piano rialzato e al primo piano;
  • il rinforzo delle volte a sostegno di nuove scaffalature e per il miglioramento della resistenza a carchi verticali;
  • la modifica della struttura del piano di copertura con la realizzazione di telai controventati d’acciaio con sostituzione dell’attuale copertura;
  • il rifacimento degli intonaci nelle zone distaccate interne ed esterne e realizzazione di nuove tinteggiature;
  • la modifica degli impianti esistenti.

Sede di una delle 17 prestigiose scuole archivistiche italiane, l’Archivio di Stato è distribuito intorno ad un ampio cortile centrale di forma quadrata e si sviluppa su 6 livelli.

Fin dalla sua nascita, ebbe sede nel complesso che tuttora lo ospita, sorto nel Settecento come ala settentrionale del convento dei Padri domenicani. Dal medioevo, il convento ospitava il tribunale dell’Inquisizione di Modena, organo giudiziario affidato all’Ordine domenicano. L’archivio dell’Inquisizione modenese rimase presso i Domenicani anche in seguito alla soppressione del tribunale, nel 1785, motivo per cui, ancora oggi si conserva presso l’Archivio di Stato.

Dalla seconda metà dell’Ottocento, a seguito di un processo di concentrazione degli archivi governativi, fu necessario acquisire nuovi spazi che portarono alla configurazione attuale.

Per presentare le offerte c’è tempo fino al 28 aprile 2022. Tutta la documentazione di gara è disponibile sulla  piattaforma Invitalia Gare Telematiche - InGaTe

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia