L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie E Comunicati Stampa

Archivio Notizie

Dalla tecnologia italiana un passo importante

Accordo Commissario-Fameccanica (Gruppo Angelini) per 25 nuove linee produttive ad alta velocità per mascherine

2020-05-02

E' stato sottoscritto un accordo tra Il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri e la Fameccanica (gruppo Angelini) per la fornitura di 25 linee produttive ad alta velocità per mascherine chirurgiche.

Fameccanica è parte del gruppo Angelini, gruppo industriale che opera nella salute, nel largo consumo e nel machinery.

Le linee produttive che saranno fornite al Commissario Straordinario sono state progettate, realizzate e brevettate da Fameccanica, gruppo internazionale di automazione e robotica per l’industria dei beni di largo consumo. La tecnologia è in grado di consentire installazione in tempi molto stretti e aumento della velocità di produzione tale da permettere il raggiungimento di volumi molto maggiori di mascherine rispetto a quelli garantiti delle macchine oggi esistenti.

 

“Voglio ringraziare le grandi aziende italiane che ci sono state a fianco nella gestione di questa emergenza e in particolare la Fameccanica del gruppo Angelini – ha commentato il Commissario straordinario, Domenico ArcuriQuesto accordo è un esempio virtuoso di collaborazione fra il settore pubblico e privato nell’esclusivo interesse dei cittadini. È l’ennesima dimostrazione che l’Italia è un grande paese davvero”

 

“Questo progetto si fonda su un significativo impegno industriale, tecnologico e umano ed è nato in una logica di servizio al Paese in un momento di estrema difficoltà. Siamo stati rapidi nel progettare una tecnologia innovativa – ha commentato Alessandro Bulfon direttore generale di Fameccanica – che unisce agli standard di velocità, la capacità del prodotto di superare i limiti di reperimento delle materie prime. Questo ci mette oggi in condizione di affrontare la fase di riapertura del Paese e domani di fare fronte a eventuali altre situazioni di emergenza sanitaria”.

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia