L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie E Comunicati Stampa

Archivio Notizie

Saranno recuperati e riqualificati gli spazi degli ex fienili. Il bando è curato da Invitalia, Centrale di Committenza per l’Accademia di belle arti

Roma, Mattatoio di Testaccio: 1,6 milioni per i lavori di ristrutturazione

2021-10-19

Recuperare e riqualificare gli spazi un tempo adibiti a stalle e fienili del complesso architettonico del Mattatoio di Testaccio a Roma è l'obiettivo della gara d'appalto del valore di oltre 1,6 milioni curata da Invitalia, Centrale di Committenza per conto dell’Accademia di belle arti della capitale.

 

Nel dettaglio, per quanto riguarda gli ex fienili (edifici 32 a/b), le opere oggetto dell’appalto riguardano il recupero funzionale degli spazi interni e il restauro delle facciate, il ripristino delle grandi aperture del primo piano e dei portali e arcate del piano terreno. Saranno inoltre realizzati nuovi elementi strutturali come un locale tecnico interrato e una passerella vetrata che unirà i due edifici gemelli 32 a/b.

È previsto anche il ripristino di parte dell’edificio 26 (ex stalle) che collegherà i padiglioni già in uso e dedicati alla didattica e i nuovi spazi, con interventi che riguarderanno la messa in sicurezza e la manutenzione dell’ambiente di passaggio.

Nell'appalto sono inoltre presenti interventi di sistemazione dell’area esterna agli edifici 32 a/b e l’adeguamento degli impianti meccanici, elettrici e speciali.

 

Costruito fra 1888 e 1891 da Gioacchino Ersoch, il Mattatoio di Testaccio è considerato uno dei più importanti edifici di archeologia industriale di Roma per la modernità e l’originalità delle sue strutture.

 

Per presentare le offerte c’è tempo fino al 3 novembre 2021.

Per conoscere i dettagli


Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia
 
 

Questo sito o gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.