Contratto di Sviluppo

Investimenti più facili per le imprese italiane ed estere

Cos'è

Con il Contratto di Sviluppo Invitalia sostiene gli investimenti di grandi dimensioni nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale.

L’investimento complessivo minimo richiesto è di 20 milioni di euro.  Solo per attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli si riduce a 7,5 milioni di euro.

Il Decreto del Ministero del sviluppo economico dell’8 novembre 2016 ha apportato alcune modifiche alle procedure. Due le novità più importanti:

- Fast Track: la riduzione dei tempi necessari per ottenere le agevolazioni. Avvio del programma di sviluppo entro 6 mesi dalla determina, completamento del programma di investimenti entro 36 mesi.

- Accordo di Sviluppo: l’introduzione di una nuova procedura a favore dei progetti strategici di grandi dimensioni.

Invitalia gestisce il Contratto di Sviluppo: riceve le domande, valuta i progetti, concede ed eroga le agevolazioni.

Con decreto direttoriale del 9 giugno 2017, la Direzione generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello sviluppo economico ha disposto il versamento di  21.236.250 € sul Fondo rotativo costituito presso Invitalia, destinato alla concessione dei finanziamenti agevolati in favore delle imprese beneficiarie degli interventi previsti dallo strumento dei contratti di sviluppo, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Imprese e Competitività 2014-2020” FESR. Le risorse sono ripartite in 10.473.000 € a valere sull'Asse I e in 10.763.250 a valere sull'Asse III del Programma.

Risultati Contratto di Sviluppo

Risultativai al dettaglio

Dati aggiornati al 1 agosto 2017
Le domande finanziate sono soggette a revoche/rinunce da parte dei beneficiari

98Programmi finanziati
3,4 mldInvestimenti attivati
51.963Posti di lavoro creati o salvaguardati