Terni-Narni

Sono disponibili 58,25 milioni di euro
 

Il Progetto di riconversione e riqualificazione

2018-04-05

La zona industriale di “Terni-Narni” è stata riconosciuta area di crisi industriale complessa per le problematiche legate alla crisi dei comparti chimico, metallurgico e agroalimentare.

L’area di crisi comprende 18 Comuni (DM 7 ottobre 2016) ricadenti nel Sistema locale del lavoro di Terni.

Con Accordo di Programma del 30 marzo 2018, il Ministero dello sviluppo economico (DGPICPMI e DGIAI), l’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, il Ministero delle infrastrutture, il Ministero dell’ambiente, la Regione Umbria, il Comune di Terni, il Comune di Narni e Invitalia si sono impegnati ad attuare il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale (PRRI).

L’Accordo prevede l’impiego di risorse pubbliche per complessivi 58,25 milioni di euro.

Il Progetto, elaborato e coordinato da Invitalia, ha la finalità di:

  • rafforzare il tessuto produttivo esistente
  • attrarre nuovi investimenti
  • sostenere il reimpiego dei lavoratori espulsi dal mercato del lavoro

 

A disposizione delle imprese: