Rilanciamo le aree di crisi industriale
Termini Imerese

Saranno incentivati nuovi investimenti attraverso il Contratto di Sviluppo
 

Reindustrializzazione dell'area di Termini Imerese

2017-07-18

L’area industriale di Termini Imerese si caratterizza per l’elevata specializzazione produttiva nel settore automobilistico.

Dopo la crisi nata a seguito della razionalizzazione del gruppo FIAT (ora FCA - Fiat Chrysler Automobiles), è stato individuato un percorso di reindustrializzazione con la firma di due Accordi di Programma  (febbraio 2011 e dicembre 2014).

L’Accordo del 2014 “per la disciplina degli interventi di riconversione e  riqualificazione del polo industriale di Termini Imerese”, stipulato da Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero del Lavoro, Regione Siciliana e Comune di Termini Imerese, punta ad attrarre nuovi investimenti produttivi con gli incentivi del Contratto di Sviluppo.

L’Accordo è finanziato con 150 milioni di euro di fondi nazionali e 90 milioni di fondi regionali.

Inoltre , sempre per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, la Regione Siciliana:

  • ha riservato 50 milioni di euro per la prestazione di garanzie a favore delle imprese che investono nell’area industriale di Termini Imerese
  • si è impegnata ad attivare specifici interventi per la riqualificazione professionale dei lavoratori

Il 15 febbraio 2016 è stata contrattualizzata la proposta di investimento della società Blutec Spa che prevede:

  • 94,7 milioni di euro di investimenti ammissibili
  • 71 milioni di euro di agevolazioni richieste, di cui 21,3 erogati a titolo di anticipo
  • 400 addetti previsti

E’ in corso di predisposizione la proposta della società per la seconda fase di investimento.