Rilanciamo le aree di crisi industriale
Termini Imerese

Saranno incentivati nuovi investimenti attraverso il Contratto di Sviluppo
 

Reindustrializzazione dell'area di Termini Imerese

L’area industriale di Termini Imerese si caratterizza per l’elevata specializzazione produttiva nel settore automobilistico.

Dopo la crisi nata a seguito della razionalizzazione del gruppo FIAT (ora FCA - Fiat Chrysler Automobiles), è stato individuato un percorso di reindustrializzazione con la firma di due Accordi di Programma  (febbraio 2011 e dicembre 2014).

L’Accordo del 2014 “per la disciplina degli interventi di riconversione e  riqualificazione del polo industriale di Termini Imerese”, stipulato da Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero del Lavoro, Regione Siciliana e Comune di Termini Imerese, punta ad attrarre nuovi investimenti produttivi con gli incentivi del Contratto di Sviluppo.

L’Accordo è finanziato con 150 milioni di euro di fondi nazionali e 90 milioni di fondi regionali.

Inoltre , sempre per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, la Regione Siciliana:

  • ha riservato 50 milioni di euro per la prestazione di garanzie a favore delle imprese che investono nell’area industriale di Termini Imerese
  • si è impegnata ad attivare specifici interventi per la riqualificazione professionale dei lavoratori

È in corso la valutazione delle prime proposte di investimento.