Brevetti+

FAQ

Brevetti+:
domande e risposte per conoscere meglio gli Incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti

Immagine continua la lettura
 

Incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti

2015-12-09

AVVISO
In un comunicato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 3 dicembre 2015, n. 282, serie generale, il Ministero dello Sviluppo Economico avvisa della sospensione dello sportello per il bando relativo alla concessione di agevolazioni per la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti  a favore di micro piccole e medie imprese. 

In considerazione dell’esaurimento delle risorse stanziate a seguito delle domande pervenute, a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana è sospesa l’acquisizione del protocollo on line preordinato alla presentazione delle domande di agevolazioni per la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti a favore di micro piccole e medie imprese di cui agli avvisi pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana serie generale n.179 del 3.8.2011 e n.182 del 7.8.2015.


 

Invitalia sostiene la valorizzazione dei risultati della ricerca delle micro, piccole e medie imprese con gli Incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti.

L’obiettivo è rendere le aziende più competitive, perché i brevetti accelerano la redditività, la produttività e lo sviluppo di mercato.

Gli incentivi sono destinati alle imprese con sede legale e operativa in Italia in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

  •  
  • sono titolari di uno o più brevetti

  •  
  • hanno depositato una o più domande di brevetto che presentino le seguenti caratteristiche:

    •  
    • rapporto di ricerca con esito non negativo (in caso di deposito nazionale all’UIBM);

    •  
    • richiesta di esame sostanziale all’EPO (in caso di deposito per brevetto europeo);

    •  
    • richiesta di esame sostanziale al WIPO (in caso di deposito per brevetto internazionale PCT);

    •  
  •  
  • sono in possesso di una opzione d’uso o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di uno o più brevetti, con soggetti titolari anche esteri.

  •  

L’agevolazione massima è di 70.000 euro, non può superare l’80% dei costi ammissibili ed è concessa nel regime del de minimis.

Si può presentare una richiesta di agevolazioni anche per più brevetti collegati (grappolo di brevetti), purché riconducibile a un’unica strategia di valorizzazione economica.

 

 

Per saperne di più

Avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico del 3 agosto 2011