Brevetti+

FAQ

 

Domande e risposte su Brevetti+

A chi sono destinate le agevolazioni?
I destinatari sono le micro, piccole e medie imprese, con sede legale e operativa in Italia, in possesso di un brevetto o che hanno avviato il procedimento per ottenere un brevetto.
Quali sono le forme giuridiche consentite?
Ditte individuali, società di persone, società di capitali, cooperative.
Cosa si intende per micro, piccole e medie imprese?
Le dimensioni delle imprese sono definite in base al numero degli occupati in organico, al fatturato annuo e/o al totale di bilancio, in base alla raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003, recepita con DM del 18/4/2005.
Qual è la normativa di riferimento di Brevetti+?
La agevolazioni di Brevetti+ sono regolate dall’Avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 3 agosto 2011, e dall’Avviso pubblico del Ministero dello Sviluppo Economico pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 182  del  7 agosto 2015.
C'è una scadenza per presentare le domande?
No, Brevetti+ è un programma “a sportello” e non ha scadenze.
Ci sono graduatorie?
No, non esistono graduatorie di merito e punteggi: le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo fino ad esaurimento dei fondi.
Le spese ammissibili comprendono l’IVA?
No, le agevolazioni sono al netto dell'IVA.
Cosa si intende per copie autentiche?
Per "copia autentica" si intende "copia conforme all'originale rilasciata nei termini di legge", quindi non necessariamente autenticata dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.
Ci sono limitazioni territoriali?
No, le agevolazioni sono disponibili su tutto il territorio nazionale.
Ci sono limitazioni settoriali?
Gli incentivi sono rivolti alle imprese che operano in tutti i settori, ad eccezione di quelli esclusi dagli aiuti de minimis, ai sensi dell’art.1 del Regolamento CE 1998/2006.
Cos’è il de minimis?
Il de minimis indica gli aiuti economici di importanza minore, disciplinati dal Regolamento CE 1998/2006.
Ho partecipato a una gara e ho ricevuto agevolazioni in de minimis, posso ottenere le agevolazioni di Brevetti+?
Sì, purché il totale delle agevolazioni ricevute in de minimis non siano superiori a 200.000 euro nei tre anni.
Un'impresa può presentare domanda di premio e di incentivo per lo stesso brevetto?
Sì, se ha i requisiti richiesti e comunque entro i limiti del de minimis.
Rientrano nelle agevolazioni anche i “modelli di utilità”?
Si, tranne per la richiesta di premi per domande di brevetto per modello di utilità nazionale (vedi: Elenco dei risultati).
Sono registrato e ho problemi nella compilazione del format online di domanda. Come devo fare?
Nella schermata di registrazione puoi selezionare dal menù in alto a destra la voce “Assistenza” e inserire la richiesta di aiuto. Avrai una risposta in tempi brevi.
Posso utilizzare tutti i caratteri nel format online di domanda?
No, è preferibile non utilizzare i caratteri speciali (es. lettere accentate). Suggeriamo di evitare, inoltre, operazioni di “copia e incolla” da altri documenti.
Chi può compilare il format online di domanda?
La persona che compila la domanda deve essere una risorsa interna dell’impresa proponente e cioè: il rappresentante legale o un socio, un dirigente o un dipendente.
Cosa devo inviare via PEC oppure via raccomandata A/R?
È necessario inviare la stampa definitiva della domanda online, firmata e con tutti gli allegati previsti dall’avviso pubblico.
Non ho un indirizzo di posta elettronica certificata: posso inviare la domanda tramite posta elettronica semplice?
No, per inviare la domanda all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it bisogna avere un indirizzo di posta elettronica certificata. Non saranno prese in considerazione le domande inviate da caselle di posta elettronica non certificata.
Possono richiedere le agevolazioni i titolari di una domanda divisionale (art. 161 del Codice di Proprietà Industriale)?
Si, purché la domanda divisionale abbia un proprio rapporto di ricerca con esito non negativo, con data di rilascio successiva alla data di deposito della domanda divisionale.
Cosa sono gli ULA?
Sono le Unità Lavorative Anno, cioè i dipendenti dell’impresa a tempo determinato o indeterminato, iscritti nel libro matricola dell’impresa e legati all’impresa da forme contrattuali che prevedono il vincolo di dipendenza. Le modalità di calcolo ULA sono definite dal DM del 18/4/2005.
Posso richiedere le agevolazioni con una domanda di brevetto presentata direttamente all’EPO o WIPO?
Sì, per le domande di valorizzazione di brevetti (Incentivi e Brevetti+2). No, in caso di richiesta dei premi per quali è necessario aver effettuato il deposito nazionale.
Ho ricevuto un Rapporto di ricerca negativo per una domanda di brevetto nazionale:  posso richiedere le agevolazioni avendo fatto domanda di estensione all’EPO?
Sì, purché sia stata fatta richiesta di esame sostanziale e pagata la relativa tassa. L'esito negativo del rapporto di ricerca relativo al brevetto italiano non pregiudica l'accesso al bando.
 

Domande e risposte sui Premi per la brevettazione

Posso chiedere più Premi con una domanda?
No, si deve presentare una sola domanda per ogni premio.
Quante domande di Premio posso presentare?
Massimo 5 domande per tipologia di premio.
Ogni impresa può cumulare fino a 30.000 euro di premi.
Cosa sono i bonus addizionali?
I bonus sono ulteriori inventivi che, in determinate condizioni, si aggiungono al Premio per l’estensione di una domanda di brevetto all’estero.
Cosa devo inviare per Posta Elettronica Certificata (PEC) oppure via raccomandata A/R?
Bisogna inviare la domanda di Premio compilata on line, firmata e con tutti gli allegati previsti dall’avviso pubblico.
Posso inviare la domanda da un indirizzo di posta elettronica semplice?
No, per inviare la domanda all’indirizzo brevettiplus@pec.invitalia.it bisogna avere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Non saranno prese in considerazione le domande inviate da caselle di posta elettronica non certificata.
 

Domande e risposte sugli Incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti

In quanto tempo si conclude la valutazione del project plan?
Entro massimo 6 mesi dalla ricezione della domanda.
Ho già sostenuto delle spese, se presento domanda posso avere il rimborso?
No, non sono ammesse le spese fatturate prima di aver inviato la domanda o fatturate anche il giorno stesso dell’invio.
In caso di contitolarità di un brevetto si possono presentare due domande?
No, la domanda deve essere una.
Se un’impresa è contitolare di un brevetto con un privato può presentare domanda?
Sì.
Sono titolare di un brevetto rilasciato prima del 2010, posso richiedere le agevolazioni?
Sì.
Ho presentato domanda di brevetto direttamente all'estero. Posso presentare domanda?
Sì.
Quali sono i servizi finanziabili?
I servizi finanziabili possono riguardare, ad esempio:
  • Industrializzazione e ingegnerizzazione
    • progettazione produttiva
    • servizi funzionali alla prototipazione
    • ingegnerizzazione
    • test di produzione
    • certificazione di prodotti e processi
  • Organizzazione e sviluppo
  • progettazione organizzativa
  • IT governance
  • studi e analisi per il lancio di nuovi prodotti
  • studi e analisi per lo sviluppo di nuovi mercati
  • Trasferimento tecnologico
  • proof of concept
  • due diligence tecnologica
  • predisposizione degli accordi di cessione in licenza del brevetto
  • predisposizione degli accordi di segretezza
Quali sono i servizi NON finanziabili?
Non possono essere finanziati:
  • servizi specialistici acquistati, anche parzialmente, prima della presentazione della domanda
  • servizi specialistici erogati da amministratori, soci e dipendenti dell’impresa beneficiaria o dai loro prossimi congiunti e da società in cui sono presenti i soci o gli amministratori dell’impresa beneficiaria o i loro prossimi congiunti
Sono finanziabili i costi per il personale dipendente?
No, qualsiasi sia il rapporto di lavoro.
Cosa devo inviare per Posta Elettronica Certificata (PEC) oppure via raccomandata A/R?
Bisogna inviare il project plan compilato online, firmato e con tutti gli allegati previsti dall’avviso pubblico.
Posso inviare il project plan da un indirizzo di posta elettronica semplice?
No, il project plan deve essere inviato solo per posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: brevettiplus@pec.invitalia.it. Non saranno presi in considerazione i project plan inviati da caselle di posta elettronica non certificata.
 

Domande e risposte su Brevetti+ 2

Sono titolare di un brevetto rilasciato prima del 2013, posso richiedere le agevolazioni?
No, le agevolazioni sono rivolte solo ai brevetti rilasciati dopo il 1° gennaio 2013 e/o alle domande depositate successivamente a tale data. Per gli spin-off la data di riferimento è il 1° gennaio 2012.
Posso richiedere le agevolazioni anche se non sono titolare della domanda di brevetto?
No, è necessario effettuare, prima della presentazione della domanda, la trascrizione presso l’UIBM del trasferimento della titolarità della domanda.
Quali caratteristiche deve avere la società nata da spin-off?
È ammissibile alle agevolazioni esclusivamente lo spin-off “partecipativo”, al quale l’università o l'ente di ricerca partecipa direttamente al capitale sociale per una quota non inferiore al 10%. L’università o l’ente di ricerca deve essere ricompreso nell’elenco degli enti vigilati dal MIUR (http://albolaboratori.miur.it). La suddetta quota di partecipazione deve permanere sino al completamento del piano dei servizi ammesso alle agevolazioni.
Qual è il contributo massimo che posso ricevere?
Il massimo è 140.000 euro e comunque per un importo non superiore all’80% dei costi ammissibili. Per le sole imprese spin-off il contributo è pari al 100% dei costi ammissibili.
Sono state aggiunte nuove tipologie di servizi finanziabili?

Ora è possibile finanziare anche i costi sostenuti per:

  • realizzazione firmware per macchine controllo numerico
  • progettazione e realizzazione software, solo se relativo al procedimento oggetto della domanda di brevetto o del brevetto
  • contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati)
  • contributo all’acquisto del brevetto dell’università o ente di ricerca socio (solo per gli spin-off) con perizia del valore di cessione
Per il finanziamento della spesa di acquisto del brevetto è necessaria la perizia?
Sì, alla domanda deve essere allegata perizia tecnica giurata di stima del valore del brevetto oggetto di cessione, redatta da tecnico abilitato, iscritto all’Ordine dei Consulenti in proprietà industriale, degli Ingegneri o dei Periti industriali.
Ho presentato domanda di incentivo a valere sull’Avviso del 3 agosto 2011: posso chiedere il passaggio della domanda alle agevolazioni previste da Brevetti+ 2 (switch)?
Sì, purché si possiedano i requisiti previsti dall’Avviso di Brevetti +2.
Come faccio a passare da Brevetti+ a Brevetti +2 (switch)?
È necessario inviare la richiesta via PEC il cui standard “Richiesta di switch” è disponibile nella pagina Invia la domanda di Brevetti+ 2 
Cosa succede nel caso in cui venga accettata la richiesta di switch?
Viene assegnato un nuovo protocollo alla domanda presentata con Brevetti+ 2. Il protocollo assegnato in precedenza viene annullato per rinuncia e si riavvia l’iter istruttorio sulla base dei criteri di valutazione previsti da Brevetti+ 2 e nell’ordine cronologico di accesso alla misura.
Sono finanziabili le spese sostenute prima dello switch da Brevetti+ a Brevetti+ 2?
Sì, purché le spese siano state sostenute dopo la data di presentazione della domanda di Brevetti+.