L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Storie

Archivio

Seleziona un argomento:

Ricerca storie per argomento
 
La startup L'Uman offre servizi online h24 di lavanderia, sartoria e calzoleria

Da Milano arriva il maggiordomo digitale

2017-07-05

A volte essere un manager di alto livello, lavorare a ritmi frenetici, vivere in città dinamiche come Roma o  Milano, rende difficile anche occuparsi di piccole beghe e necessità quotidiane: quando si è in carriera e magari non si ha una famiglia alle spalle, stirare delle camicie, fare un orlo a un pantalone o far lucidare dei mocassini diventa perlomeno complicato.

Se ne è accorta anche Luba Petrova Manolova, 39 anni, bulgara di origine, da 20 anni in Italia e manager di grandi aziende come Alitalia, Barclays, Vodafone e Microsoft: “Lavoravo fino a tarda sera, il weekend mi piaceva partire con il mio fidanzato e non avevo mai tempo da dedicare alle faccende domestiche. Vivevo con grandi pacchi di panni da lavare e i miei orari non coincidevano mai con quelli dei servizi più comuni come lavanderia, calzoleria o sartoria”.

In poco tempo, quella che era una reale necessità, diventa un sogno nel cassetto che in pochi anni si trasforma in un’azienda vera e propria: nel 2015 nasce L’Uman, una startup che opera nel settore dei servizi alle persone, un maggiordomo digitale, attivo h24, che ritira e consegna vestiti e accessori, a casa o in ufficio. Disponibile su Roma, Torino e Milano, è possibile prenotare il servizio tramite piattaforma on line e in 48 ore al massimo risolvere il problema. Il tutto a prezzi competitivi, seppur per una clientela prettamente business.

“Ci tenevo che venisse garantita la cura artigianale in ogni singolo servizio e che trasparisse l’italianità di MyLuman, visto che sto pensando di estendere questo servizio anche all’estero – ci ha raccontato Luba - Nonostante ci sia molta tecnologia nel nostro sistema, curiamo molto l’aspetto umano e le relazioni, per trasmettere fiducia e senso di affidabilità del nostro marchio”.

La Regione Lombardia ha creduto per prima nel progetto, finanziandolo nella fase di startup con un bando del 2015. Poi Luba si è rivolta ad Invitalia, presentando un business plan per accedere ai fondi di Nuove Imprese a Tasso Zero, la misura attiva su tutto il territorio nazionale, per le donne e i giovani che vogliono mettersi in proprio.

Al momento viaggiamo su una alcune decine di ordini al giorno, ma il mio obiettivo a breve termine è estendere il servizio anche a Bologna e Firenze – ha concluso Luba - in queste città ci sono anche le grandi aziende che possono offrire il concierge digitale come benefit per i propri dipendenti. Oggi tra i nostri clienti convenzionati ci sono Banca Intesa, Generali, BNP Paribas, Fastweb, Accenture, Dolce & Gabbana e molti altri”.