L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Storie

Archivio

Seleziona un argomento:

Ricerca storie per argomento
 
L’agenzia abruzzese Immedya gestisce i contenuti digitali sui led wall di numerosi centri commerciali italiani
Immedya

L’ex calciatore che ha fatto gol con un network pubblicitario

2016-04-26

Roberto Cocca, nato a Benevento, classe 1983, oggi è amministratore di Immedya, un’agenzia digitale abruzzese che, per prima in Italia, ha creato un network pubblicitario nazionale nei centri commerciali del Bel Paese.

Ma facciamo un passo indietro. Perché questo ragazzo del Sud, figlio di impiegati statali, con la “fissa” del pallone, sembrava inizialmente destinato al mondo del calcio. Una passione che, per un periodo, si era trasformata anche in qualcosa di più serio, permettendogli di esordire in serie C1 a 17 anni, come una brillante promessa.

Ma il destino, in pochi anni, cambia rotta. Roberto sfrutta la caparbietà che gli è propria, e mentre con il calcio guadagna più del doppio di un impiegato medio, contemporaneamente studia e si laurea in Giurisprudenza. Per amore della fidanzata Noemi si trasferisce in Abruzzo, decide di abbandonare il calcio e investire i suoi risparmi in un’attività autonoma, in qualcosa che potesse unire il mondo digitale alla pubblicità: nasce la Noro Srl (da Noemi e Roberto ndr)  . 

Il primissimo passo è semplice: si tratta di installare a Teramo un pannello luminoso “outdoor” su cui far girare messaggi pubblicitari. Ma è chiaro da subito che l’appeal rispetto alla cartellonistica tradizionale è decisamente superiore e Roberto, con i primi clienti, riesce quasi subito a recuperare l’investimento fatto.

Poi arriva la prima idea: perché non installare un videowall per contenuti pubblicitari in un centro commerciale? E magari sfruttare un impianto già esistente (e usato solo per trasmettere partite) per scopi pubblicitari? E soprattutto, perché non offrire ai clienti campagne pubblicitarie veloci a prezzi supercompetitivi?

Per arrivare al primo impianto (avviato nel 2012 presso il Centro Commerciale “Gran Sasso”) ci vollero 8 mesi di lavoro e moltissime autorizzazioni, ma soprattutto la capacità di Roberto di imparare a muoversi all’interno di mondo complicato come quello che sta dietro ai centri commerciali.

La seconda intuizione arriva mentre Roberto è in viaggio di nozze a Miami: Il ragazzo capisce che manca sul mercato un player in grado di pianificare l’utilizzo di questi mezzi a livello nazionale. Sostanzialmente mancava il network. Inoltre, le normali agenzie pubblicitarie non sapevano come gestire gli impianti esistenti, come caricare contenuti digitali, come targettizzarli.

Nel 2013 iniziava così un lavoro certosino di relazioni commerciali, durato quasi un anno. “L’abilità è stata quella di trovare gli accordi, rischiare, senza neanche l’ombra di un investitore. Non mi sono scoraggiato di fronte ai numerosi interlocutori che mi chiedevano di investire risorse personali” ci racconta Roberto.

Il lavoro porta i primi frutti: arrivano infatti i primi contratti con 6 centri commerciali e alcune aziende presenti in essi. Nasceva dunque il primo network a livello nazionale. Poi la presentazione nel 2014 del progetto di impresa a Invitalia per la trasformazione della società in una vera agenzia digitale, la Immedya, costituita inizialmente dal fondatore e 3 collaboratori

La società di L’Aquila riceve il finanziamento Smart&Start (attivo con una dotazione specifica sui comuni del Cratere Aquilano) per progettare e sviluppare un software per la raccolta e divulgazione di contenuti promozionali su questi impianti. E quando serve, grazie a un accordo con Samsung, gli impianti li installa pure.

L’investimento previsto nel piano d’impresa viene completato velocissimamente nel dicembre 2015:  oggi la società è costituita da 13 persone, ha già 11 centri commerciali aderenti al network, dislocati a Catania, Napoli, Formia, Viterbo, Lanciano, Perugia, Teramo, L’Aquila e Pescara. Ma Roberto non ha intenzione di fermarsi: "L’obiettivo adesso è incrementare il format commerciale Immedya su tutto il territorio nazionale".