L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie e comunicati stampa

Archivio notizie

L’obiettivo è quello di raccogliere informazioni per identificare i fabbisogni di sviluppo dell’area e caratterizzare così al meglio i nuovi strumenti agevolativi

Molise, Venafro - Campochiaro - Bojano, la call per chi vuole investire nell’area di crisi scade il 30 settembre

2016-09-14

C'è tempo fino al 30 settembre alle ore 12.00 per partecipare alla call per la raccolta di manifestazioni di interesse ad investire nell’area di crisi industriale complessa di "Venafro-Campochiaro- Bojano e aree dell'indotto", lanciata i primi di Agosto da MiSE, Regione Molise ed Invitalia.

L'obiettivo è quello di  raccogliere informazioni per identificare al meglio i fabbisogni di sviluppo dell’area e caratterizzare adeguatamente gli strumenti agevolativi che saranno attivati e resi disponibili sul territorio.

La call ha dunque una finalità meramente conoscitiva e non dà luogo a titoli di preferenza o diritti: rientra nelle azioni del PRRI - Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale dell’area, a cui l’Agenzia è stata chiamata a dare il proprio contributo.

L’area di crisi industriale complessa coincide con il territorio ricompreso tra le due province di Isernia e Campobasso.  L’area ricade nei comuni riportati nell’elenco consultabile qui.

Le manifestazioni di interesse devono riguardare iniziative imprenditoriali, da localizzare nell’area, per la realizzazione di:

  • programmi di investimento e sviluppo occupazionale
  • programmi di investimento per la tutela ambientale
  • progetti di innovazione dei processi  dell’organizzazione
  • progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Gli interessati avranno tempo fino al 30 settembre per presentare le manifestazioni di interesse a Invitalia: la scheda da compilare è disponibile su questo sito fino alle ore 12.00 del 30 settembre 2016.  

Per informazioni: rilanciomolise@invitalia.it

Per approfondimenti
 

 

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia