L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie e comunicati stampa

Archivio notizie

Seleziona un argomento:

Ricerca notizie rilancio Bagnoli
 
L’AD di Invitalia: la rimozione integrale dell’eternit e dell’amianto sarà la prima attività a terra che concluderemo nel prossimo anno
BAgnoli cabina del 21dic2017

Cabina di regia, l’annuncio a Napoli: il 2018 sarà l’anno delle bonifiche

2017-12-21

Il 2018 sarà l’anno delle bonifiche. Lo assicurano tutti i componenti della cabina di regia che si è riunita presso la Prefettura di Napoli alla presenza del ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, per analizzare i risultati delle analisi sui livelli di inquinamento.

Inizieremo l'attività di bonifica della rimozione integrale dell'eternit e dell'amianto sotto la superficie del sito di Bagnoli – ha affermato l’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, al termine della riunione - e questa sarà la prima attività di bonifica a terra che concluderemo, auspicabilmente, nel 2018. La rimozione dell'eternit e dell'amianto darà il via alla vera grande bonifica su Bagnoli, la stessa che aspettiamo da 25 anni”.

L’AD di Invitalia, ha fatto anche il punto, insieme al commissario di governo, Salvo Nastasi, sulle attività di rimozione del sedime marino e della colmata.

Lunedì scorso, invece, la conferenza dei servizi aveva dato il via libera al programma di risanamento ambientale e di rigenerazione urbana, stabilendo il cronoprogramma degli interventi.

“Il sedime marino sarà ricollocato in una vasca di drenaggio nel porto di Napoli – ha evidenziato Arcuri – mentre per la colmata si tratterà di un’operazione successiva. Vedremo se ci sarà ancora spazio nel porto di Napoli, in una vasca che stanno costruendo e progettando. Un’ipotesi quest’ultima che sarebbe vantaggiosa perché se si riesce ad allocare in un luogo vicino, si fa prima e costa meno”.

Il ministro De Vincenti, invece, ha sottolineato il “fruttuoso” lavoro della cabina di regia e ha spiegato che nel prossimo anno “le attività di bonifica già avviate nelle aree non sottoposte a sequestro potranno estendersi in quelle ancora sotto sequestro. La sentenza del Tribunale è attesa a giorni – ha sottolineato il ministro – e oggi abbiamo preso atto della validazione della caratterizzazioni eseguite dei terrei che rappresentano la precondizione per poter procedere alla bonifica integrale, perché chiariscono quali sono i fattori inquinanti presenti. Con Invitalia – ha aggiunto De Vincenti – abbiamo concordato che al più presto si procederà al bando per la progettazione della bonifica di tutta l’area non Eternit”.

Il commissario di governo Nastasi ha inoltre chiesto al ministro De Vincenti di attivare subito un tavolo con il ministro degli Interni e con la Polizia di Stato affinché le fasi di rimozione e di allocazione dei rifiuti siano gestite con la massima trasparenza e legalità.

A fine febbraio -  ha sottolineato Nastasi – la conferenza dei servizi approverà il progetto per la rimozione dell’amianto. Poi si terrà la cabina di regia per chiudere il cerchio e rispetteremo il cronoprogramma che ci siamo dati”.

Alla cabina di regia ha preso parte, tra gli altri, anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: ”Con questa accelerazione dell’intesa, anche se cambia la compagine di governo nazionale, su Bagnoli non si può più tornare indietro”.

 

 

 

 

 

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia