L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie e comunicati stampa

Archivio notizie

Invitalia ha presentato al Ministro dello Sviluppo Economico la short list definitiva per Termini Imerese

2010-12-23

Termini Imerese si avvia a diventare un polo industriale ''multiproduttivo'', dal quale potranno uscire auto, programmi televisivi, energie alternative e protesi ortopediche. Un caso di scuola su come da uno stato di crisi si possa creare un nuovo disegno industriale con nuovi investimenti. E’ quanto è emerso dall’incontro sulla riconversione dello stabilimento siciliano che si è tenuto martedì 21 dicembre al Ministero dello Sviluppo Economico alla presenza del Ministro Paolo Romani, dell’Amministratore Delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, del Presidente della Regione Sicilia , Raffaele Lombardo, dei sindacati e della Fiat.

Cimino con le Auto elettriche, De Tomaso con due vetture nel segmento lusso, Red Studios con la produzione di fiction, Lima Spa con innovative protesi mediche, Ciccolella con le sue serre fotovoltaiche, Biogen Termini con gli Impianti di stoccaggio e lavorazione di biomasse per la produzione di energia elettrica, Newcoop con la logistica la grande distribuzione sono i 7 progetti che l’advisor Invitalia ha selezionato e presentato nel corso dell’incontro. Si tratta di piani tutti compatibili tra loro e con il territorio circostante e per i quali entro metà gennaio si inizierà a discutere l’accordo di programma.

La riconversione di Termini prevede un investimento di oltre un miliardo di euro, di cui circa 185 milioni pubblici, con un aumento dell’occupazione dagli attuali 1.617 (ai quali vanno aggiunte circa 600 unità impiegate nell’indotto interno ed esterno) a 3.340 unità, di cui 2.360 nei soli due progetti relativi all'automotive, vale a dire quelli di Cape Rev di Simone Cimino (auto elettriche) e De Tomaso di Gian Mario Rossignolo (vetture di lusso). Il resto degli occupati, invece, sarà impiegato nei progetti relativi alla aziende che operano negli altri settori.

Nel corso dell’incontro, il Ministro ha elogiato il lavoro di Invitalia, ricordando che all'inizio le manifestazione di interesse erano 31 e che, grazie al lavoro di selezione dei tecnici dell’Agenzia, è stata presentata una short di sette offerte. Il lavoro dell’Agenzia ha ricevuto anche il plauso del Presidente della Regione Sicilia, di tutte le organizzazioni sindacali presenti e della Fiat.

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia