L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie e comunicati stampa

Archivio notizie

Invitalia: Cda approva bilancio 2009. Utile di 5 milioni di euro

2010-06-15

Il Consiglio di Amministrazione di Invitalia ha approvato il bilancio 2009, che presenta un utile di 5.111.000 euro. Il dato è in linea con il risultato positivo del 2008 (utile di 6.589.000) e migliore rispetto al 2007 (utile di 2.707.000).

Per il terzo anno consecutivo il bilancio dell’Agenzia si chiude in utile, consolidando la radicale inversione di tendenza rispetto all’esercizio 2006, che aveva registrato una perdita di 51 milioni di euro, prima che si insediasse l’attuale Cda, guidato dall’Amministratore Delegato Domenico Arcuri, con il mandato di realizzare il Piano di riordino e dismissioni previsto dalla Finanziaria 2007.

La riorganizzazione interna di Invitalia e la cessione delle partecipazioni condotta nell’arco degli ultimi tre anni ha inciso positivamente su altre voci di bilancio e sull’ efficienza del Gruppo.

Nel 2009 le prestazioni esterne sono scese a 28 milioni di euro (di cui solo 7,6 al di fuori del Gruppo), a fronte dei 38 milioni del 2008, dei 49 milioni del 2007 e dei 70 milioni di euro del 2006.

I dipendenti sono stati ridotti di circa 700 unità: dai circa 1.727 del 2007, ai 1062 del 2009. Dopo la cessione delle ultime società regionali, scenderanno di ulteriori 200 unità. Il numero dei dirigenti, nello stesso triennio, è sceso da 104 a 73.

Le società controllate, che tre anni fa erano 32, sono oggi 7, di cui 2 società regionali operative, 4 società di scopo, una società veicolo per le residue attività di dismissione.

Nel 2007 le partecipazioni di minoranza detenute dall’Agenzia erano 125 che, sommate a quelle detenute dal Gruppo, diventavano 216. Ad oggi sono state realizzate 133 dismissioni. Restano ancora da cedere soltanto 5 partecipazioni, considerando che 49 non sono per il momento cedibili per legge, 7 sono ritenute strategiche dal Ministero dello Sviluppo Economico, 22 sono detenute dalle poche società regionali non ancora cedute.

Nel 2007 – afferma l’Amministratore Delegato di Invitalia, Domenico Arcuri - Sviluppo Italia era un conglomerato di partecipazioni, che si erano stratificate negli anni, sin dalla sua fondazione. Dopo tre anni, Invitalia è una moderna Agenzia pronta ad essere utilizzata dal Governo per implementare le politiche per lo sviluppo, soprattutto nelle regioni meridionali. Avevamo ereditato quello che veniva definito un ‘carrozzone’: oggi Invitalia è un gruppo ridimensionato ed ordinato, un’azienda “normale” con sicure professionalità e ulteriori potenzialità”.

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia