L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie e comunicati stampa

Archivio notizie

L'offerta di eccellenza italiana "conquista" gli investitori arabi

2009-07-16

Roma, 25 febbraio 2008.

L'obiettivo era chiaro: proporre ai Paesi del Golfo concrete opportunità di investire nell'eccellenza di un Paese che per molte ragioni viene ancora
vissuto come il luogo dei sogni: l'Italia. Già, è stata proprio questa la mission del roadshow "Business Opportunities in Italy", promosso dal Ministero per gli Affari Esteri in collaborazione con l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, che si è svolto dal 17 al 22 febbraio in Qatar, Kuwait, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti. E il risultato è stato davvero positivo: grande è stato infatti l'interesse manifestato dai vertici delle Istituzioni
e dell'imprenditoria di questi Paesi, luoghi nei quali l'Italia - a tutti i livelli - continua ad esercitare un particolare fascino.

Domenico Arcuri, amministratore delegato dell'Agenzia, ha presentato agli investitori arabi progetti di investimento immediatamente finanziabili. Negli incontri che si sono svolti a Doha, Kuwait City, Riad, Dubai e Abu Dhabi, è stato illustrato lo straordinario mix italiano di cultura e altissime professionalità che, abbinato alla rete dei nuovi strumenti agevolativi, esprime un'offerta capace di invogliare chi intenda fare investimenti qualificati sui mercati internazionali.
"Nel panorama internazionale - spiega Arcuri - esiste una vastissima opportunità di investimenti, ma sono poche le possibilità di investire nell'eccellenza, perché la qualità e il talento si alimentano di cultura, tradizione, vocazione. L'Italia, all'estero, è ancora molto considerata in molti settori e la nostra Agenzia è una vera e propria "porta" verso il nostro Paese, il luogo dal quale attrarre capitali esteri garantendo agli investitori la massima assistenza e la serietà di chi rappresenta il governo. Qui siamo stati accolti con stupore. É la prima volta. Ci hanno detto, che una delegazione italiana presenta progetti concreti e immediatamente realizzabili. É la nuova stagione dell'Agenzia: non solo abbiamo abbandonato la prassi di costituire società, in ogni luogo e per ogni fine, ma
abbiamo avviato un'attività concreta e misurabile. L'obiettivo? Far risalire l'Italia nella classifica dei Paesi capaci di attrarre investimenti diretti dall'estero. Nel 2006 eravamo solo ventunesimi nel mondo; un ranking incompatibile con la nostra storia e la nostra capacità competitiva. D'altra parte nel mondo, forse per la prima volta nella sua storia, da un po' di anni ci sono più capitali che opportunità per investirli con profitto. Siamo cresciuti considerando il capitale una risorsa scarsa. Dobbiamo capire che invece sono i progetti di investimento di qualità la risorsa scarsa nel Terzo millennio".

L'Italia oggi può offrire a chi intende investire ciò che offrono anche altri: agevolazioni economiche e fiscali, contributi per gli investimenti ed una rete di servizi per l'impresa. Servizi gratuiti perché vengono da una Agenzia di stato a ciò delegata dal Governo. "Ma noi possiamo offrire - continua l'Ad dell'Agenzia - anche ciò che altri non possono proporre: il talento italiano. Quello che proponiamo è un incontro fra la voglia di fare impresa e un Paese in grado di mettere intelligenze, competenze e professionalità al servizio di questa sfida che punta al meglio, sia per lo sviluppo del nostro Paese che per la redditività degli investimenti. Abbiamo illustrato ai nostri interlocutori progetti concreti, e, fra questi, proposte e "sogni" realizzabili solo nel nostro Paese, come un resort
turistico in un'abbazia del IX secolo, o in un antico Castello con yacht club nel cuore dell'Italia. Sono solo due esempi, s'intende, che però spiegano bene la nostra mission: creare joint venture per produrre nuova eccellenza".

L'Agenzia, in vista di questo roadshow ha selezionato infatti una serie di opportunità di investimento nel turismo e nella logistica, settori ritenuti appetibili dagli investitori arabi e considerati strategici per attirare capitali esteri in Italia. Le possibilità di business sono state presentate, con un fitto calendario di incontri, a
imprenditori, istituzioni economiche, agenzie per l'attrazione degli investimenti esteri e istituti bancari. In particolare, sono stati organizzati incontri one-to-one per illustrare nel dettaglio i punti di forza delle iniziative e i servizi offerti dall'agenzia per semplificare l'iter e accelerare i tempi d'insediamento.
Positivo il bilancio al termine degli incontri da parte della delegazione italiana che era guidata dal consigliere d'ambasciata Fabrizio Romano, Capo Ufficio III della Direzione Generale per il Mediterraneo e il Medio Oriente e dal consigliere di legazione Mauro Battocchi, Capo Ufficio III della Direzione Generale per la cooperazione economica e da Domenico Arcuri. E proprio per dare seguito ai contatti avviati, il consigliere Romano ha convocato - d'intesa con Arcuri - già per i prossimi giorni una riunione con gli ambasciatori della zona, riunione che servirà per proseguire il lavoro - che verrà portato avanti da Attrazione investimenti, uno dei motori dell'Agenzia - avviato proficuamente nella settimana che si è appena conclusa.

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 Twitter@Invitalia