L'agenzia per
lo sviluppo
 
 
 

Notizie e comunicati stampa

Archivio notizie

Alla firma Ministero dello Sviluppo Economico, del Lavoro, delle Infrastrutture, la Regione Toscana e Invitalia

Aree di crisi: Accordo di Programma per rilancio area Livorno del valore di 580 milioni di euro

2016-10-24

E'  stato siglato oggi al Ministero dello Sviluppo Economico l’atto conclusivo relativo all’Accordo di programma, del valore complessivo di 580 milioni, di euro per la riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi industriale complessa del polo produttivo ricompreso nei Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

Il documento è stato firmato dal Ministro Carlo Calenda, dal Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano  Delrio, dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, dal Ministero del Lavoro, dal Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, dall'Amministratore Delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, dalla Provincia e Comune di Livorno, dal Comune di Collesalvetti, dal Comune di Rosignano Marittimo, da RFI e dall’Autorità Portuale di Livorno.

Complessivamente sono previsti interventi per oltre 580 milioni di euro, in prevalenza destinati alla realizzazione della Darsena Europa, la cui ultimazione è prevista entro il 2023. Il MiSE coordinerà le attività previste dall’Accordo di Programma e presiederà il confronto fra parti sociali e istituzionali contribuendo con 10 milioni al finanziamento delle iniziative imprenditoriali volte alla creazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di imprese esistenti.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sarà impegnato a concorrere al miglioramento della dotazione infrastrutturale dell’area di crisi, tramite gli interventi di propria competenza, indicati nel PRRI (tra i quali la realizzazione della Darsena Europa nel porto di Livorno, la realizzazione dello scavalco ferroviario Porto di Livorno-Interporto di Guasticce,  il riconoscimento Zona Franca Doganale, razionalizzazione e sviluppo infrastrutture energetiche).

A seguito della firma dell’Accordo sarà possibile avviare l’intervento agevolativo ai sensi della legge 181/89 (finalizzato al finanziamento di programmi di investimento produttivo e/o di tutela ambientale e di eventuali progetti di innovazione dell’organizzazione di importo superiore a 1,5 milioni) attraverso specifico avviso.
Le risorse sono altresì destinate alla realizzazione di infrastrutture ferroviarie, alla creazione di un polo tecnologico e di un incubatore di imprese, ai protocolli di insediamento e a percorsi di formazione e riqualificazione per i lavoratori.

Approfondisci

Per i giornalisti

ufficiostampa@invitalia.it tel. 06 42160398 cell. 349 5192726 Twitter@Invitalia