FAQ

  1. Qual è la normativa di riferimento?
    “Avviso pubblico per la concessione di agevolazioni per la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti a favore di micro, piccole e medie imprese” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 3 agosto 2011.
     
  2. Quando sarà possibile presentare le domande di agevolazione?
    Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 dal 2 novembre 2011 e fino all’esaurimento delle risorse. 
     
  3. C'è una scadenza per presentare le domande?
    No, il programma Brevetti+ non prevede scadenze, è un programma a sportello.
     
  4. Le spese ammissibili sono comprensive di IVA?
    No, le agevolazioni sono da considerarsi al netto dell'IVA.
     
  5. Cosa si intende per copie autentiche?
    Per "copia autentica" si intende "copia conforme all'originale rilasciata nei termini di legge", quindi non necessariamente autenticata da UIBM.
     
  6. Ci sono graduatorie?
    Non esistono graduatorie di merito e punteggi: le domande sono esaminate in ordine cronologico di arrivo e quelle valide possono essere finanziate.
     
  7.  A chi sono destinate le agevolazioni?
    I destinatari della misura sono le micro, piccole e medie imprese, con sede legale e operativa in Italia in possesso di un brevetto o che abbiano avviato il procedimento per l’ottenimento di un brevetto.
     
  8. Quali sono le forme giuridiche consentite?
    Ditte individuali, Società di persone, Società di capitali, Cooperative.
     
  9. Cosa si intende per micro, piccole e medie imprese?
    Le dimensioni delle imprese sono definite sulla base del numero degli occupati in organico, del fatturato annuo e/o del totale di bilancio secondo la raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003, recepita con DM del 18/4/2005.
     
  10. Ci sono limitazioni territoriali?
    No, le agevolazioni si applicano sull’intero territorio nazionale.
     
  11. Ci sono limitazioni settoriali?
    Sono ammissibili imprese operanti in tutti i settori ad eccezione di quelli esclusi dagli aiuti de minimis, ai sensi dell’art.1 del Regolamento CE 1998/2006.
     
  12. Cos’è il de minimis?
    Il de minimis indica gli aiuti economici d’importanza minore, disciplinati dal Regolamento CE 1998/2006.
     
  13. Ho partecipato ad una gara e ricevuto agevolazioni in de minimis, posso accedere alle agevolazioni?
    Sì, purché il totale delle agevolazioni ricevute in de minimis non siano superiori a 200.000 euro nei tre anni.
     
  14. Un’impresa può presentare domanda di premio e di incentivo per lo stesso brevetto?
    Sì, se in possesso dei requisiti richiesti ed entro i limiti del de minimis.
     
  15. Rientrano nelle agevolazioni anche i “modelli di utilità”?
    Si, tranne per la richiesta di premi per domande di brevetto per modello di utilità nazionale (vedi: tabella 1/premio 1).
     
  16. Sono registrato e ho problemi nella compilazione del format online di domanda. Come devo fare?
    Per avere assistenza tecnica per la compilazione del format online è possibile selezionare dal menù in alto a destra dell’ambiente di registrazione la voce “Assistenza” nella quale inserire la richiesta di assistenza. Sarà fornita una risposta in tempi brevi.
     
  17. Posso utilizzare tutti i caratteri nel format online di domanda?
    No, nella compilazione di tutti i campi del Format di domanda è preferibile non ricorrere all’utilizzo di caratteri speciali (es. lettere accentate) evitando, inoltre, di effettuare operazioni di “copia incolla” dei testi da altri documenti.
     
  18. Chi può accedere e compilare il format online di domanda?
    L’utente compilatore della domanda deve essere necessariamente una risorsa interna all’impresa proponente e cioè: il rappresentante legale della società o un socio, un dirigente o un dipendente dell’impresa.
     
  19. Cosa debbo inviare via PEC oppure via A/R?
    Affinchè la domanda presentata online sia esaminabile, è necessario inviare tramite PEC oppure tramite raccomandata A/R la stampa definitiva della domanda online, firmata e con tutti gli allegati previsti dall’avviso pubblico.
     
  20. Non disponendo di un indirizzo di posta elettronica certificata posso inviare la domanda da un indirizzo di posta elettronica semplice ?
    No, per poter inviare la domanda per posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: brevettiplus@pec.invitalia.it occorre disporre di un indirizzo di posta certificata. Non saranno esaminabili le domande di agevolazioni trasmesse da caselle di posta elettronica non certificata.
     
  21. Cosa prevede il campo “Download” della sezione Allegati?
    Il campo “Download” consente di scaricare i modelli relativi alla Dichiarazione sostitutiva di atto notorietà antiriciclaggio (DSAN antiriciclaggio) e, a seconda della sottomisura di agevolazione, la Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà “Premi per la brevettazione” oppure la Dichiarazione sostitutiva di atto notorio “Incentivi per la valorizzazione”. I suddetti modelli debbono essere compilati con tutte le informazioni richieste ed inviati tramite PEC oppure tramite raccomandata A/R assieme alla stampa definitiva della domanda.
     
  22. Possono accedere alle agevolazioni i titolari di una domanda divisionale ( art 161 del Codice di Proprietà Industriale)?
    Si, purché la domanda divisionale abbia un proprio rapporto di ricerca con esito non negativo con data di rilascio successiva alla data di deposito della domanda divisionale.